Giappone (parte 1)

Voli: acquistati dal sito Alitalia, 1500 euro in tre, Venezia-FCO- Narita. Ci siamo trovati benissimo, aereo non proprio nuovissimo ma il personale sia a terra che a bordo è stato fantastico.
JRP: ordinati attraverso il sito Marco Togni che si appoggia a HIS viaggi, servizio rapido e il costo è inferiore ad altri siti valutati.
Pocket Wi-Fi: molto utile perché ti permette di avere sempre a disposizione una connessione e quindi di valutare mezzi di trasporto e strade su google maps, ordinato sempre su sito di Togni, 89 euro 18 gg, trovato direttamente in albergo al momento del check in. E’ importante, come per i bagagli, sapere se l’albergo accetta le spedizioni e che non abbia il self check-in!
Treni: il sito Hyperdia dei trasporti è complesso, Google maps invece ti suggerisce vari percorsi, più rapidi, non serve sapere il nome della stazione più vicina o quella che ti permette di effettuare meno cambi. Su hyperdia devi digitare il nome della stazione, quindi non è detto che da quella stazione parta il treno più rapido per una determinata destinazione.
Inglese: è vero che non lo sanno ( a parte i volontari pensionati “may I help you” in stazione ) ma sono così gentili che in qualche modo si fanno capire!!!
Spedizione bagagli Takkyubin: utilissimo per un on the road con il treno. E’ possibile effettuare la spedizione  in ogni 7 eleven o altri konbini, (costo: circa 20 euro per trunky + valigia ). In genere gli alberghi custodiscono i bagagli senza problemi e senza sovraprezzo, ma contattateli prima!

Il nostro viaggio, interamente costruito e realizzato da me, ha previsto: 2 notti a Tokyo- 4 notti a Kyoto ( con escursione a Nara)- 1 notte a Miyajima (con sosta a Hiroshima)- 1 notte a Osaka- 9 notti a Tokyo (con escursioni a Kamakura e alla Pagoda Chureito)

Continua a leggere

Giappone…

Manca un mese al nostro viaggio in Giappone… sono già trascorsi 6 mesi da quando l’idea di regalarci una seconda luna di miele ( a 10 anni dalla prima!!!) ha preso forma e ho iniziato lo studio di questa cultura così lontana dalla nostra. Tutto sembrava impossibile, tanto che la frase che mi ha accompagnata fino a qualche giorno fa è :” Faremo 18 giorni in aereoporto perchè non riusciremo ad uscire”. E poi una sera mi trovo a non sapere cosa leggere, cosa cercare, non avevo più incertezze…l’itinerario era finito!
Tutto è pronto, in modo maniacale come faccio sempre, anzi di più perchè questa volta dall’altra parte del mondo con noi c’è Eleonora. Tredici ore di volo… e per la prima volta assaporeremo un on the road con la nostra ninine! Trasmetterle la nostra passione sarà sicuramente l’aspetto più bello anche se chissà quali disastri dovremmo affrontare! A partire dall’ansia che mi accompagna, alimentata da tutte le giustificazioni che devo dare per aver voluto programmare un viaggio ‘del genere’ con la nostra principessa… Ma in fondo sono tranquilla, saprà stupirci come ha sempre fatto!
L’organizzazione di questo viaggio è stata piuttosto complessa. Come sempre l’aiuto più prezioso è stato il blog Bimbi&Viaggi e il sito Turisti per caso. Il volo lo abbiamo prenotato grazie ad un’offerta Vodafone-Alitalia (1500 euro totali per 3 paganti). L’itinerario è stato studiato, modificato, ampliato e ridotto non so quante volte ma siamo giunti ad una conclusione! Alberghi prenotati su Booking, Expedia e Amex viaggi. Devo dire che i prezzi sono variabili e non così alti come pensavo. Voglio sottolineare alcune cose:
  • I bimbi fino a 6 anni non pagano praticamente mai se dormono nei letti presenti ma le camere sono davvero piccole per cui è ovvio che se, come nel nostro caso, vuoi passare 9 notti a Tokyo scegli camere di categoria superiore e in una zona ben servita per cui il prezzo sale.
  • Trasporti: noi abbiamo fatto il Japan Rail Pass dal sito di Marco Togni ( davvero ricco di spunti e consigli pratici) per 7 giorni (quasi 240 euro a pass, sotto i 6 anni i mezzi sono gratis). Il pass conviene nella maggior parte dei casi, basta fare Tokyo-Kyoto e ritorno! In ogni caso vi consiglio il sito Hyperdia su cui trovate gli orari dei treni ed il costo così da poter valutare la convenienza o meno.
  • Fondamentale è anche il pocket wifi per avere sempre la possibilità di collegarsi a internet per esempio banalmente per aprire google maps!

Abbiamo scelto un giro classico Tokyo-Kyoto-Miyajima-Osaka-Tokyo per evitare di sovraccaricarci tutti di stanchezza e insofferenza… Viaggiare con una bimba di 2 anni sarà la cosa più bella del mondo ma può anche essere davvero difficile!!

Chi vivrà vedrà!!!!