Parigi in 6 giorni!

Parigi, dicembre 2006“Sapete che cosa si fa il primo giorno che si è a Parigi? Ci si procura un po’ di pioggia: una pioggia che non sia troppo forte però, e una persona veramente carina con la quale girare in taxi per Bois de Boulogne.” Audrey Hepburn in “Sabrina

Parigi è sempre Parigi… Ovunque tu alloggi, qualsiasi periodo tu scelga per visitarla, il suo fascino ti conquista e non ti lascia via di fuga!

Per quanto riguarda l’albergo, io ho alloggiato presso Hotel Design Sorbonne, una vera chicca parigina, situato in un ottima posizione e prenotato grazie ad un’offerta su booking! La seconda volta invece, causa scarse offerte su internet, ho scelto un albergo in una laterale di Rue St. Germain, Crystal Hotel, ottima posizione ma senza quel fascino parigino che si respira vicino al quartiere latino.

Per visitare al meglio questa città è opportuno avere una settimana per poter cosi fare delle lunghe passeggiate per i quartieri. In ogni caso la metro è ottima e vi porta da tutte le parti, inoltre hanno creato una app per viaggiare in metro che vi permette dal vostro cellulare di sapere subito che linea prendere!

Una cosa carina da vedere è la libreria Shakespeare & Co. in Rue de la Bucherie. Valutate bene se acquistare il city pass per i musei e un giro su Hop on Hop off può essere molto interessante, non ne conoscevo l’esistenza all’epoca ma per Los Angeles mi è stato molto utile, soprattutto quando il tempo scarseggia.

Penso di fare una cosa carina riportando un esempio di visita a Parigi in 6 giorni:

GIORNO 1: quartiere latino, Sorbona, Pantheon, Ile de la Citè (Conciergerie, Mercato dei fiori, Notre Dame con salita alle torri), passeggiata fino al Louvre con visita ai giardini di Tuleries con rientro lungo Boulevard St Germain, via ricca di negozi!

GIORNO 2: passeggiata per raggiungere il Caffè Procope, il più antico caffè di Parigi, e la chiesa di St Sulpice, la più antica della città per poi riprendere Boulevard St Germain e raggiungere il meraviglioso Musee d’Orsay, dove si ammirano le splendide opere degli impressionisti in un contorno eccezionale quale l’antica stazione parigina. Proseguite per Rue de Rivoli, abbandonando la Rive Gauche e attraversando i giardini di Tuileries, per arrivare al Centre Pompidou, piazza Kandinsky, Forum des Halles (centro commerciale di 5 piani con al piano -2 la stazione metro), Beubourg, Rue Denis.

GIORNO 3: Arco di Trionfo, magari con la metro visto la lunga camminata prevista! Passeggiata lungo gli Champs Elysee, Grand Palais e Petit Palais, ponte Alexander III. Facendo questa deviazione se siete amanti della moda vi consiglio Avenue Montaigne, elegante, raffinata e con negozi di alta moda. Proseguite verso Place de la Concorde, visita al Musee de l’Orangerie dove sono esposte le ninfee di Monet e che valgono assolutamente il biglietto. Prendendo Rue Royale, si raggiunge la Madeleine, una chiesa fatta a tempio al cui interno è presente un’imponente statua della Maddalena mentre viene portata in cielo. Percorrendo la Rue St Honorè si arriva a Place Vendome, dove oltre al Ritz è possibile ammirare le più belle gioiellerie; proseguendo per Rue de la Paix è possibile raggiungere l’Opera. Per gli interessati al balletto in Rue de la Paix si trova il negozio di danza Repettò . Se non siete stravolti, dedicatevi allo shopping ai magazzini LaFayette.

GIORNO 4: giornata dedicata alla scienza, verso la Citè des Sciences, museo interessante ricco di giochi di fisica, matematica e biologia. Al pomeriggio direzione Tour Eiffel, passando prima per Les Invalides e il Champ de Mars. Io sono salita entrambe le volte a piedi e la fatica è ripagata ampiamente.

GIORNO 5: direzione Montmartre, da Pigalle lungo Boulevard de Clichy, attraverso varie viuzze fino a raggiungere il Mulin de la Galette in Rue Lepic e place du Tertre che ha una splendida vista laterale su Sacro Cuore. Raggiunta Sacro Cuore la vista toglie il fiato…e anche il suo interno! Molto piacevole è la discesa verso il quartiere latino, fra negozietti di souvenir e panifici!!! La sera nel mio caso è stata dedicata al Louvre perchè due sere alla settimana è aperto fino alle 21:45, ma per essere sicuri visitate il sito visto che ci sono anche ingressi gratuiti in qualche periodo dell’anno.

GIORNO 6: l’ultimo giorno dedicatelo al relax, visitando il Jardin du Luxembourg, passeggiando per St germain, facendo shopping ai magazzini La Fayette!

SPESE: Parigi è per tutte le tasche, 5 notti con volo e albergo 3 stelle in buona posizione costano circa 400 euro. Ovviamente prenotando in anticipo e cercando le offerte su internet.Per gustare ottimi piatti ad un prezzo adeguato (20 euro) il quartiere latino è l’ideale, ci sono piccoli ristorantini, ottimi per deliziarsi con una Bourguignon, oppure potete optare per altri locali meno chic ma che offrono abbondanti kebab in gustosissime baguette francesi.

Read 28 comments

Lascia un commento


+ nove = 15